MESSINA. Alla presenza del Sindaco Federico Basile e dell’Assessore alle politiche sportive Massimo Finocchiaro si è concluso il Festival Internazionale di Scacchi “Città di Messina Porta della Sicilia” edizione 2023.

La cerimonia di premiazione dei vincitori è stata affollata dagli scacchisti partecipanti e dalle loro famiglie: 132 i concorrenti in gara provenienti da 17 paesi di quattro continenti, dal Cile all’India, dalla Svezia al Sud Africa. La vittoria finale nell’Open A, il torneo che ha incluso i giocatori di massimo livello, è andata al Grande Maestro lituano Titas Stremavicius, che ha preceduto l’olandese Ernest Sipke e l’ucraino Andrej Sumets, primo degli italiani Michel Bifulco di Palermo,  al settimo posto; prima scacchista donna in classifica la cilena Damaris Abarca Gonzales.

La partecipazione “straniera” al Festival è stata qualificata e numerosa anche negli altri open: in quello B si è imposto l’olandese Daniel Aziz, seguito al terzo posto dallo statunitense Andrew Pheasant, tra loro al secondo posto si è inserito Federico Cargiano di Caserta; nell’Open C invece ha trionfato un giovane messinese, quasi all’esordio nelle gare agonistiche, che ha realizzato sette vittorie su sette, dietro di lui l’appena dodicenne ucraino Oleksandr Zagrebelnyi, seguito da un altro messinese, Corrado Marrapodi. Tra i scacchisti della Città dello Stretto vanno segnalati anche Andrea Centorrino, piazzatosi al quinto posto nell’open intermedio e il quindicenne Andrea Isgrò che è stato premiato per aver realizzato la migliore variazione rating in positivo di tutto  il Festival.

“L’evento – si legge in una nota –  si è costituito come la manifestazione scacchistica più prestigiosa mai realizzata in Sicilia negli ultimi anni ed è stata realizzata dall’A.P.D. Kodokan, da due decenni impegnata in città nella promozione dello sport della mente, gli scacchi. Importante il sostegno delle istituzioni con il patrocinio del Comune di Messina e delle tante aziende del territorio che hanno creduto nella valenza sportiva, culturale ed anche turistica della manifestazione. La sinergia di queste forze in campo ha fatto “vincere” la Città, ha fatto “vincere” Messina”.

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments