MESSINA. Il video “Messina 1780” di Luciano Giannone, che racconta la città con una ricostruzione virtuale della Messina precedente al terremoto del 1783, sarà ospitato in maniera permanente nella Sala Immersiva del Palacultura di viale Boccetta. Dall’autore, un architetto messinese che vive e lavora a Firenze, è arrivata la proposta di concedere in esclusiva al comune di Messina, il filmato della durata di circa 5 minuti e 30 secondi, che consiste in una sequenza di 17 clip di ricostruzioni digitali di scenari della città di Messina nel XVIII secolo.

La ricostruzione permette di passeggiare per le strade dell’epoca e osservare angoli sconosciuti, ammirando a 360° tutto ciò che la furia di due terremoti ci avrebbe poi sottratto: Piazza Duomo, Palazzo Reale illuminato dal candore dell’alba, l’imponente Palazzata, via Austria con le quattro fontane, il grande ospedale, il piano di Sant’Antonio e un’inedito Viale Boccetta.
Senza dimenticare i tanti palazzi scomparsi, le strade, i monumenti, le piazze, i campanili e la suggestiva via dei Monasteri.

Oltre al filmato, Giannone, insieme al collega Giorgio Verdiani, ha anche curato il volume intitolato  “Messina nel 1780, viaggio in una capitale scomparsa” edito da Giambra editori, che racconta in fotografie la ricostruzione che poi, animata, è diventata il video che sarà proiettato in esclusiva al Palacultura.




Subscribe
Notify of
guest

1 Comment
meno recente
più recente più votato
Inline Feedbacks
View all comments
Lucia Contino
Lucia Contino
26 Novembre 2023 18:20

Bellissimo, una Messina sconosciuta ai più!!!!!!Grazie!!!!