MESSINA. Maltrattamenti, stalking e furto con strappo nei confronti dell’ex compagna e madre dei suoi due figli. Questi i reati per cui un trentenne messinese, con problemi di dipendenza da sostanze stupefacenti, è stato sottoposto agli arresti domiciliari dai poliziotti delle Volanti, a seguito delle indagini preliminari presso il Tribunale di Messina.

Quanto ricostruito grazie alle investigazioni delle forze di polizia, coordinate dalla locale Procura della Repubblica, ha evidenziato una lunga storia tra i due trasformatasi in calvario per lei e i figli minori davanti cui spesso il trentenne la maltrattava e vessava.

Alla misura si è arrivati dopo un’attenta valutazione della condotta dell’uomo che, già raggiunto da ammonimento del Questore lo scorso agosto, aveva ripreso, a distanza di poco più di un mese, a molestare e perseguitare la donna.

Telefonate continue, appostamenti sotto casa e al lavoro, minacce nei confronti delle persone vicine alla ex ed infine la sottrazione del telefono cellulare allo scopo di controllarne il contenuto sono solo alcuni degli atteggiamenti aggressivi e violenti perpetrati nelle ultime settimane.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments