MESSINA. Della conferenza stampa congiunta di sabato mattina tra Dino Bramanti e Cateno De Luca, si stanno rivelando molto più interessanti le conseguenze che non il contenuto, quel “patto per Messina” che avrebbe dovuto segnare un accordo di non belligeranza tra il candidato a sindaco ed il suo “competitor” e deputato regionale, e che invece da De Luca è stato rotto praticamente meno di ventiquattrore dopo la firma.

E gli strascichi hanno lasciato vittime sul campo: la prima è Antonio Briguglio, animatore del gruppo Riabilitiamo Messina, candidato al consiglio comunale e assessore designato della giunta De Luca, che stasera, in un video intitolato “Mi spiace per quelli che hanno creduto in me, scusate”, si è ritirato dalla contesa. Perché?

Desideravo chiedere scusa al professore Bramanti e alla sua famiglia, perché indirettamente mi sento responsabile per come sono andate a finire le cose”, ha spiegato Briguglio, che sabato si era assegnato il merito di aver fatto sedere allo stesso tavolo, in aula consiliare della Provincia, De Luca e Bramanti insieme.

Ritirerò la mia candidatura al consiglio comunale e abbandonerò il gruppo di De Luca – ha continuato Briguglio – Per me la politica è dialogo e rispetto, ma soprattutto è stile. Non trovandomi più in questi ideali, la mia strada politica finisce qui”.

Briguglio era considerato un “deluchiano” di ferro, tanto da chiudere il suo gruppo Riabilitiamo Messina dopo i domiciliari al deputato regionale, a novembre, e riaprirlo un paio di giorni dopo, dopo la sua assoluzione nel processo per i fatti di Fiumedinisi.

Un ulteriore problema che assilla Cateno De Luca, che sembra avere qualche difficoltà a chiudere le sei liste che intende schierare al consiglio comunale. In un post sulla sua pagina Facebook da candidato sindaco, infatti, il deputato regionale scrive “il 3 maggio alle 18.00 scadono i termini per candidarsi nelle liste al consiglio comunale”, invitando “gli interessati” a contattare i suoi referenti, tramite cellulare ed email, “per fissare un colloquio con lo staff“.

Massima diffusione al presente post”, conclude l’annuncio.

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments