MESSINA. C’è una scuola media, la Ettore Castronovo, chiusa da settembre del 2016, le cui undici classi sono state spostate alla  “Albino Luciani” di Fondo Fucile, perché nel plesso ci sono lavori di ristrutturazione da portare avanti. E da allora non se ne è saputo più nulla.

Lo sostiene il presidente della settima commissione consiliare del Comune, Carlo Cantali di Felice per Messina, che ha diffidato l’amministrazione guidata da Renato Accorinti a “provvedere nel più breve tempo possibile alla progettazione dei lavori di ristrutturazione della scuola ed a fare i conseguenti interventi strutturali utilizzando i fondi del Masterplan”.

Nel corso delle audizioni in commissione, spiega Cantali, è emerso che il Comune” è a conoscenza delle gravi carenze strutturali sin dal mese di novembre 2015″. Chiamato a fornire chiarimenti sull’argomento, Francesco Ajello, dirigente del Comune, “ha chiarito che nulla è stato fatto e che non si è proceduto neppure alla progettazione esecutiva”.

“La Settima Commissione Consiliare aveva già per ben due volte discusso sulla questione, anche alla presenza dell’assessore alle Manutenzioni Sebastiano  Pino che aveva garantito una soluzione alternativa, nelle more dell’importante intervento di ristrutturazione”, scrive Cantali, sottolineando come l’assessore fosse assente alla seduta di commissione in cui il dirigente ha rivelato lo stato dei lavori. Per questo, il consigliere chiede una seduta straordinaria in cui discutere dell’argomento insieme con la preside della scuola, per poter programmare l’iter dei lavori e la completa riapertura dell’istituto.

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments