MESSINA. Ventotto condanne per falso, su 34 imputati, per i bilanci del comune di Messina approvati tra il 2009 e il 2012 e che Il collegio della prima sezione penale presieduto dal giudice Silvana Grasso ha giudicato essere falsi: è il verdetto di primo grado che è arrivato al termine di una lunga camera di consiglio, e che ha dichiarato non veritieri i bilanci della sindacatura Buzzanca, approvati nonostante fossero falsi per evitare il default del comune di Messina.

Le condanne sono arrivate per l’ex sindaco Giuseppe Buzzanca, che solo una settimana fa era stato assolto dalla Cassazione per i fatti di Giampilieri, per tutta la sua giunta, per molti dirigenti comunali e per il collegio dei revisori dei conti dell’epoca, con condanne che vanno da un anno e cinque mesi a un anno e un mese.

Condanna a un anno e cinque mesi per Peppino Buzzanca, e per i suoi assessori Melino Capone, Dario Caroniti,  Orazio Miloro, Pinuccio Puglisi e Roberto Sparso, per i dirigenti (attuali ed ex) Francesco Aiello, Antonio Amato, Attilio Camaioni, Vincenzo Schiera, per l’ex ragioniere generale Nando Coglitore e l’ex revisore dei conti Domenico Maesano.

Condanna a un anno e tre mesi per gli ex assessori Pippo Corvaja, Pippo Isgrò e Carmelo Santalco, e gli ex revisori dei conti Roberto Aricò e Domenico Donato.

Condanna a un anno ed un mese per gli ex assessori Elvira Amata, Salvatore Magazzù, Franco Mondello e Giorgio Muscolino, per l’ex segretario generale Santi Alligo, per i dirigenti Giovanni Di Leo, Carmelo Famà, Carmelo Giardina e Domenico Manna, e per gli ex revisori dei conti Dario Zaccone e Giancarlo Panzera.

Pena sospesa per tutti, da stabilire in sede civile il risarcimento per le parti civili, il comune di Messina e l’ex ragioniere generale Rosario Cucinotta. Il Pm Antonio Carchietti aveva chiesto 22 pene tra gli 8 mesi e i 2 anni, ma anche assoluzioni totali e  prescrizioni.

Escono dal processo per prescrizione gli ex assessori Pinella Aliberti, Pippo Rao e Gianfranco Scoglio, l’ex dirigente Diane Litrico, l’ex vicesegretario generale Giuseppe Mauro e l’ex segretario generale Filippo Ribaudo.

guest

1 Comment
meno recente
più recente più votato
Inline Feedbacks
View all comments
trackback

[…] 2009 ed il 2012 non erano falsi: è la sentenza della Corte d’appello di Messina, che ribalta quella di primo grado, e che assolve la giunta dell’allora sindaco Peppino Buzzanca, i dirigenti ed i revisori dei […]