MESSINA. Denuncia per sequestro di persona e violenza privata, nei confronti del capo del Governo Mario Draghi e dei ministri del suo esecutivo, per avere imposto il super green pass sui mezzi di trasporto pubblici e impedito quindi ai siciliani (ma in genere a chi vive su un’isola) di imbarcarsi, e in definitiva di averli privati della libertà di movimento. E’ stata presentata ieri, nel corso della manifestazione per dire no alla certificazione verde organizzata dal gruppo “disobbedienza civile” dall’avvocato messinese (calabrese d’origine) Michele Schinella. “E’ stata negata in maniera definitiva la libertà oggettiva ai cittadini non vaccinati di muoversi nello spazio definito e delimitato del territorio di ogni isola”, si legge nella denuncia: una sorta di “obbligo di dimora”, specifica ancora la denuncia, lesiva della libertà personale e dell’articolo 13 della Costituzione. L’esposto, presentato al capo dell Procura di Messina Maurizio De Lucia, chiede di chiede di accertare se “le condotte tenute nell’esercizio delle funzioni dai ministri della Repubblica siano penalmente rilevanti” e in caso positivo di “procedere nei loro confronti ai sensi di legge”. Di seguito l’esposto integrale

guest
3 Commenti
meno recente
più recente più votato
Inline Feedbacks
View all comments
Messinese stanco
Messinese stanco
17 Gennaio 2022 11:40

E il sequestro di cervello?

trackback

[…] Leggi la notizia su Lettera Emme […]

Massimo
Massimo
27 Gennaio 2022 11:48

Ma sapete chi è il capo del consiglio superiore della magistratura?
Non si muoverà nessun magistrato, aprite gli occhi schiavi.