MESSINA. Sabato 10 febbraio, alle ore 9.30, in piazza dei Martiri delle Foibe, alla presenza del vicesindaco, Gaetano Cacciola, delle autorità civili, militari e religiose, e del Comitato 10 Febbraio, sarà celebrato il “Giorno del Ricordo” in memoria delle vittime delle foibe e dell’esodo giuliano dalmata.

La cerimonia commemorativa è organizzata dall’Amministrazione comunale, in collaborazione con l’Associazione nazionale congiunti e deportati in Jugoslavia (Ancdj), rappresentativa dei Martiri delle Foibe ed esuli Istria, Fiume e Dalmazia, che promuove ogni anno un momento di commemorazione nella piazza dei Martiri delle Foibe, così intitolata dal 2008 su proposta del Comitato 10 Febbraio e del quinto quartiere.

Con la legge 30 marzo 2004 n.92, la Repubblica Italiana ha riconosciuto la giornata del 10 febbraio di ogni anno, quale “Giorno del ricordo”, per conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle Foibe, dell’esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra, della più complessa vicenda del confine orientale.

Con tale ricorrenza si intende favorire ogni iniziativa volta a valorizzare il patrimonio culturale, storico, letterario ed artistico degli italiani dell’Istria, di Fiume e delle coste dalmate, evidenziandone il contributo negli anni trascorsi e negli anni presenti, allo sviluppo sociale e culturale del territorio della costa nord-orientale adriatica e altresì a preservare le tradizioni delle comunità istriano-dalmate residenti nel territorio nazionale e all’estero.

 

 

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments