MESSINA. Non è tardata ad arrivare la replica di Cateno De Luca, accusato dalla deputata nazionale del Movimento 5 stella Angela Raffa di insulti sessisti per una frase a lei diretta pronunciata dal sindaco di Messina durante una diretta Facebook “Angela Raffa dice che c’è pronto un progetto per fare la galleria paramassi, non paracazzi, p-a-r-a-m-a-s-s-i” (qui il video).

De Luca non solo respinge al mittente l’accusa di insulti sessisti e non si scusa, ma addirittura rilancia: “Non ho mai nemmeno pensato a lanciare offese sessiste all’on. Angela Raffa, innanzitutto perché nutro un profondo rispetto per il genere femminile, come dimostrato dalla mia squadra di governo e dal peso delle deleghe a loro affidate e poi perché al gioco delle allusioni, dei doppi sensi e della volgarità, la Raffa mi batterebbe sonoramente come dimostra questa perla estratta da un suo recente intervento.”Non ho mai nemmeno pensato a lanciare offese sessiste all’on. Angela Raffa, innanzitutto perché nutro un profondo rispetto per il genere femminile, come dimostrato dalla mia squadra di governo e dal peso delle deleghe a loro affidate e poi perché al gioco delle allusioni, dei doppi sensi e della volgarità, la Raffa mi batterebbe sonoramente come dimostra questa perla estratta da un suo recente intervento”

Dopo il preambolo, non rinuncia a togliersi qualche sassolino dalla scarpa (“L’essere donna non autorizza ad affermare che noi uomini passiamo il nostro tempo a verificare chi ha il pene più lungo …”), e prosegue entrando “nel merito della questione “, scrive in un post. Ovvero le condizioni della statale 114 all’altezza di Capo Alì, funestata più volte all’anno dalle frane e da anni in attesa di un intervento risolutivo (l’ormai famigerata galleria paramassi/paracazzi. “Non consentiremo alla Raffa di distrarre l’opinione pubblica dal fatto che per Alì Terme come per gli altri Comuni più di recente colpiti da eventi alluvionali o calamitosi non ci sono progetti concreti, ma solo prese in giro. Ovvero non ci sono i 20 milioni di euro che servirebbero per fare un intervento che va ben distinto da una semplice manutenzione strordinaria, a meno che gli interventi previsti non siano sempre quelli che ANAS ha fatto in questi 10 anni e cioè disgaggi, reti e barriere con i risultati che conosciamo. Un’opera strutturale nuova (galleria) non c’entra nulla con la manutenzione ordinaria o straordinaria che sia e l’impresa si individua con un’appalto specifico e non può essere già individuata prima ancora del progetto. Quindi – ha concluso il Sindaco De Luca – se Angela Raffa ha qualcosa di serio da dire sull’argomento, ma ne dubito, la aspetto ad Alì Terme per un confronto pubblico. Tutto il resto è… la solita noia che può’ servire alla Raffa per ricordare al mondo la sua esistenza mentre noi affrontiamo e risolviamo quotidianamente emergenze generate anche dalle omissioni di coloro che ci governano dall’alto.”

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments