MESSINA. «Nell’accogliere sempre positivamente i suggerimenti che provengono dai cittadini e dai Consigli delle Municipalità, con particolare riferimento alla proposta della V Municipalità riportata sulla stampa relativa all’esposizione statica della Vara a Piazza Castronovo, questa Amministrazione, come già anticipato al Presidente Ivan Cutè, comunica che qualunque iniziativa in merito sarà subordinata al parere della Prefettura e della Questura e dovrà essere concordata in appositi tavoli di concertazione, che a breve saranno attivati, insieme alla Curia e alla Soprintendenza e con i soggetti preposti alla sicurezza e al rispetto delle norme anticontagio». Così in una nota scrive l’amministrazione comunale di Palazzo Zanca, in riferimento alla proposta avanzata dalla V Municipalità di Messina.

«Dopo l’interruzione dello scorso anno, si cercheranno tutte le soluzioni per non privare la città e i visitatori, per il secondo anno consecutivo, dei simboli più importanti del Ferragosto messinese, quali la Vara e i Giganti. L’esposizione statica delle statue equestri e del carro votivo dell’Assunta e la scelta eventuale del luogo idoneo – conclude il documento – dovranno necessariamente tenere conto, al fine delle autorizzazioni, della pedonalizzazione delle aree, dell’adeguata transennatura per consentire flussi ordinati di persone che vorranno rendere omaggio alla Vara e del valore simbolico legato al culto e alla tradizione».

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments