LIPARI. I carabinieri della Compagnia di Milazzo hanno sottoposto a fermo di indiziato di reato, il presunto responsabile della violenta aggressione avvenuta la sera del 2 gennaio in località Marina Corta del comune di Lipari, in prossimità di un esercizio commerciale bar pizzeria, quando, per futili motivi ed in stato di alterazione psicofisica dovuta alla consumazione di bevande alcoliche, un 42enne del posto, dopo un’animata discussione, ha chiesto alla vittima ripetutamente la somma di denaro di 50 euro e, al rifiuto di quest’ultimo, lo ha colpito all’altezza del collo con un bottiglia di vetro appositamente rotta, procurandogli una profonda ferita da taglio con lesione della vena giugulare.

Trasportato da un passante all’ospedale di Lipari, in seguito a delicato intervento chirurgico, la vittima non versa più in pericolo di vita.

I carabinieri della Stazione di Lipari, dopo aver raccolto le prime informazioni dai soggetti presenti, hanno rinvenuto all’interno di una fioriera situata nei pressi dell’esercizio commerciale, l’estremità superiore di una bottiglia di vetro rotta e macchiata di sangue, ritenuta verosimilmente l’oggetto utilizzato dall’aggressore.

Gli elementi raccolti, anche attraverso l’acquisizione delle immagini degli impianti di video sorveglianza esistenti in loco e le serrate indagini coordinate dalla Procura della Repubblica del Tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto, hanno consentito di emettere il fermo di indiziato di reato, disponendo la custodia cautelare in carcere, eseguita dai carabinieri di Lipari nel corso della tarda serata di ieri.

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments