MESSINA. Si avvicina l’esodo estivo, ed il Consorzio autostrade siciliano si attrezza, liberando le principali arteria di scorrimento veloce dai cantieri “mobili”. “Tenuto conto del considerevole flusso veicolare che si riverserà per tutto il periodo estivo nelle tratte autostradali Messina-Palermo, Messina-Catania e Cassibile-Rosolini (Siracusa-Gela) – si legge in un comunicato – i lavori saranno sospesi e, ove possibile, rimossi i cantieri per essere nuovamente avviati a conclusione del grande esodo estivo”.

Per effetto di questo piano, tutti i lavori – la cui esecuzione è autorizzata in questo periodo – saranno rinviati (ove possibile) e realizzati subito dopo la stagione estiva, e nei periodi di maggiore traffico il numero delle squadre di sorveglianza ed assistenza agli utenti sarà potenziato. “Il Centro Radio è, come sempre, in attività h24”, spiegano dal Cas.

Poi però ci sono i cantieri “inamovibili”, per i quali però, assicura il Consorzio, “saranno ottimizzati i tempi e le modalità di esecuzione dei lavori in modo da determinare un minore impatto sull’utenza autostradale. Tali cantieri, comunque, saranno chiusi da venerdì (ore 12) a lunedì”.

Quali sono questi cantieri inamovibili? Sull’A18 Messina-Catania, le deviazioni e doppio senso di circolazione a Letojanni (lato monte), a causa della frana di quasi due anni fa, e la galleria Sant’Alessio (lato mare). 

Nella tangenziale di Messina, il viadotto Ritiro, a carreggiata ristretta ormai da quasi cinque anni, e l’inspiegabile cantiere di Zafferia, con un restringimento della carreggiata in piena curva senza che mai si sia visto un mezzo al lavoro.

Sull’A-20 Messina Palermo, infine, deviazioni e doppio senso di circolazione gallerie Capo d’Orlando e Tindari (lato monte), e in direzione Palermo, nella zona Cefalù/Campofelice.

 

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments