Cosa accadrebbe se Cateno De Luca, in uno dei suoi colpi di teatro non infrequenti (e dei quali questa campagna elettorale è stata pregna) decidesse davvero di abbandonare il ballottaggio dopo essersi reso conto di non essere in grado, causa mancanza di consiglieri comunali, di governare il comune di Messina?

C’è un precedente molto simile. A Trapani, in cui la questione si ritenne disciplinata dall’art.9 della legge del ’92, per cui in caso di dimissioni di uno dei due candidati al ballottaggio subentra il terzo.

Nel 2017, il candidato sindaco Mimmo Fazio (31,79%) ha rinunciato al ballottaggio con Pietro Savona (26,27%) per la carica di sindaco a Trapani. Combinazione, anche in quell’occasione il ballottaggio era in programma il 25 giugno.

A fare chiarezza allora fu l’ufficio elettorale della Regione siciliana. “Il caso è disciplinato dall’art.9 della legge del ’92, in caso di dimissioni di uno dei due candidati al ballottaggio subentra il terzo (l’ex senatore Antonio D’Alì)”, aveva spiegato all’Ansa la dirigente dell’ufficio del dipartimento Autonomie locali, Margherita Rizza, studiando la normativa. “Mimmo Fazio potrà rinunciare al ballottaggio a Trapani dove al primo turno si è piazzato primo, ma lo deve fare con lettera formale alla commissione elettorale circondariale il giorno successivo alla proclamazione, il suo avversario Piero Savona al secondo turno del 25 giugno affronterà Antonio D’Alì, arrivato terzo al primo turno”, concludeva l’articolo.

In realtà, poi, si verificò un caso quasi comico di ballottaggio con…un solo candidato: Fazio non presentò entro il termine previsto la lista degli assessori della sua eventuale giunta, (requisito necessario in Sicilia per essere ammessi al ballottaggio) Savona, solo contro sè stesso, non raggiunse comunque il 50% dei voti, e Trapani è stata commissariata fino alla tornata elettorale di ieri. Anche questa, quindi, sarebbe un’ipotesi in teoria possibile, e cioè che Bramanti corra da solo contro il quorum del 50%: quasi impossibile da raggiungere, data la bassa affluenza già al primo turno. E quindi sarebbe commissariamento.

E De Luca? Per conoscere le sue intenzioni servirà presenziare al comizio di stasera.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments