MESSINA. Si è conclusa martedì sera, intorno alle 20, “Bar Move Show”, la prima competizione internazionale di cocktail acrobatici di Messina. Promossa dal “Club Barman dello Stretto” con la collaborazione di Radio Zenith Messina e Dario Di Carlantonio, la gara, in scena al lido “Octopus”, ha visto la partecipazione di alcuni dei migliori “Flair Bartender” d’Europa, provenienti da tutto il Continente, che si sono sfidati “a suon di tin, drink e bottiglie” per aggiudicarsi il titolo di campione.

 

 

Due le categorie in gara (pro e semi-pro), promossa con la volontà di formare, crescere e diffondere il Flair Bartending, una speciale competenza di preparazione acrobatica dei cocktail: uno spettacolo visivo, accompagnato da musica, divertimento e intrattenimento, che per due pomeriggi ha trasformato il locale della litoranea in un grande palcoscenico a cielo aperto a due passi dal mare.

Ad aggiudicarsi il premio più ambito è stato il lettone Deniss Trifanovs, che ha convinto le tre giurie della competizione con una performance “circense” ad alto tasso di spettacolarità. Primo nella categoria semi-pro è invece il messinese Salvatore Delia.

 

 

«Non è stata una gara, ma una grande festa, alla quale hanno preso parte anche dei ragazzi messinesi. È stato bellissimo ritrovarci dopo un anno chiusi, con la possibilità di confrontarci e unire le forze per ripartire», spiega Claudio Patania, fondatore del Club Barman dello Stretto e dell’omonima associazione,  “che raccoglie circa 300 barman del Sud Italia”. Creato nel 2015, il Club si occupa di formazione per bartender a 360°, con corsi base e acrobatici, offrendo aggiornamenti gratuiti con la collaborazione di professionisti provenienti da ogni parte del Paese (fra cui Michele Venturini, Francesco Spenuso, Fabio Bacchi, Max La Rocca e tanti altri). «Questo – specifica – è solo un punto di partenza. Siamo già pronti per l’edizione dell’anno prossimo, che travalicherà i confini dell’Europa coinvolgendo professionisti provenienti da tutto il mondo».

«È stata un’esperienza bellissima, accolta con grande entusiasmo da parte del pubblico in una bellissima location», è invece il commento di Dario Di Carlantonio, considerato come uno dei più importanti esponenti del bartender. Di origini molisane, si è formato professionalmente a Roma con Fbs come trainer di flair bartender, partecipando a diverse competizioni internazionali e portando lo stile italiano nel mondo. Oggi è trainer della scuola del Club barman dello Stretto, insieme a Daniele De Carolis e Vincenzo Fusco.

 

 

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments