MESSINA. Le scuole messinesi resteranno chiuse fino al 31 gennaio: un passaggio nient’affatto scontato, dati gli sconvolgimenti normativi delle ultime 24 ore. In poche parole, il presidente della regione Siciliana Nello Musumeci ha appena firmato un’ordinanza che impone la zona rossa per tutta la Sicilia, conformandosi a quanto prevede il dpcm nazionale, e quindi in sostanza, per quanto riguarda le scuole, prevedendo la didattica in presenza asili, elementari e primo anno delle scuole medie, e lasciando le altre con didattica a distanza.

Questa ordinanza abrogherà quella in vigore da lunedi 11 che sanciva la zona rossa per Messina, e che invece chiudeva tutte le scuole. Stasera, però, il sindaco dimissionario Cateno De luca, in un’ordinanza comunale, ha annunciato che emanerà un provvedimento di chiusura di tutte le scuole di ogni ordine e grado fino a fine gennaio.

Un provvedimento solo in apparenza contrastante con quello regionale, perchè l’assessore all’Istruzione Roberto Lagalla ha specificato stamane in conferenza stampa che è possibile, a livello locale e in base all’andamento epidemiologico di uno specifico territorio, prendere provvedimenti più restrittivi rispetto all’ordinanza. “i sindaci – ha spiegato l’assessore – possono comunque intervenire, in sinergia con l’Asp, per chiudere temporaneamente le scuole in presenza di condizione di particolare criticità”.

E quindi a Messina le scuole rimarranno chiuse. Un provvedimento che deve districarsi tra dpcm nazionale, ordinanza regionale (appena pubblicata) e ordinanza comunale (che sarà emanata stasera da De Luca). Con la certezza: in città non si tornerà tra i banchi fino (almeno) a fine gennaio

 

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments