ROMA. “Il comitato ha effettuato un’analisi approfondita di 62 casi di trombosi del seno venoso cerebrale e 24 casi di trombosi venosa splancnica riportati nel database sulla sicurezza dei farmaci dell’UE (EudraVigilance) al 22 marzo 2021, 18 dei quali fatali. I casi si sono verificati principalmente dai sistemi di segnalazione spontanea dell’AEA e del Regno Unito, dove circa 25 milioni di persone avevano ricevuto il vaccino“.

E’ la conclusione alla quale è arrivata l’Ema, l’agenzia europea del farmaco, nella comunicazione in cui, ieri, non solo non ha bloccato la somministrazione del vaccino AstraZeneca, ma ne ha anzi sottolineato i benefici di gran lunga superiori ai rischi.

I numeri, nel frattempo, sono aumentati. L’Ema stessa, in una nota alla fine del comunicato, spiega che al 4 Aprile 2021, i casi di trombosi del seno venoso cerebrale sono diventati 169 casi e quelli di trombosi venosa splancnica rilevati sono stati 53, ma a fronte di ben dieci milioni in più di vaccini tra Europa e Regno unito, postando così le somministrazioni a un totale di 34 milioni di persone inoculate col vaccino Vaxzevria (nome commerciale del vaccino Astrazeneca, che è la casa farmaceutica svedese che lo produce).

Non solo: in un aggiornamento sui protocolli di sicurezza riguardo al vaccino, il 30 marzo, l’Ema scriveva che “il numero di casi di eventi embolici e trombotici successivi alla vaccinazione segnalata a EudraVigilance in relazione al numero di persone vaccinate era inferiore al tasso di tali eventi nella popolazione generale“. Traduzione: non si evidenziano numeri anomali rispetto ai normali casi annuali di episodi di trombosi.

Nel frattempo, il governo italiano ha deciso uno “scudo penale” a chi somministra il vaccino: secondo l’articolo 3 del decreto legge 44 di poco meno di una settimana fa, infatti, “la punibilità è esclusa quando l’uso del vaccino è conforme alle indicazioni contenute nel provvedimento di autorizzazione all’immissione in commercio emesso dalle competenti autorità e alle circolari pubblicate sul sito istituzionale del Ministero della salute relative alle attività di vaccinazione”.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments