PALERMO. Alitalia ha fornito due Airbus da 300 posti per i voli fra RomaPalermo e Catania, gli unici collegamenti aerei attivi da e per la Sicilia a causa del coronavirus. Gli aerei, più grandi  di quelli regolarmente in uso sulle tratte, renderanno più semplice rispettare le distanze anti-contagio fra i passeggeri. Lo rende noto l’assessore alle Infrastrutture e ai Trasporti della Regione Siciliana Marco Falcone, a seguito dell’interlocuzione con la compagnia di bandiera.

«Dopo alcune sollecitazioni anche di provenienza parlamentare, abbiamo chiesto e ottenuto da Alitalia dei nuovi e più grandi aeromobili per le tratte Palermo-Roma e Catania-Roma, al fine di garantire le distanze di sicurezza e la tutela della salute dei passeggeri. Ringraziamo la compagnia per aver accolto le istanze già avanzate nei giorni scorsi dal presidente Nello Musumeci».

«I voli in questione – prosegue l’esponente del Governo Musumeci – a causa delle restrizioni imposte dall’emergenza coronavirus, sono gli unici che garantiscono i collegamenti fra la Sicilia e il resto del Paese e vengono utilizzati da chi si muove per ragioni di lavoro o per i casi previsti dalla legge. Alitalia, come confermato dal direttore generale Giancarlo Zeni, impiegherà degli Airbus A330 da circa trecento posti che, utilizzati senza occupare tutti i sedili disponibili, garantiscono le opportune distanze fra chi si trova a bordo – conclude l’assessore ai Trasporti – così da limitare le possibilità di contagio».

 

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments