MESSINA.  “Dalle ore 14:00 di lunedì 13 gennaio diventerà operativa l’ordinanza di chiusura del torrente Bisconte-Cataratti, con la conseguente chiusura, per 5 mesi, della via Direzione Artiglieria”. A commentare la notizia è il consigliere della III Circoscrizione Alessandro Geraci che esprime la sua contentezza per l’avvio degli interventi ma al contempo manifesta la propria preoccupazione per quanto riguarda il piano di viabilità da adottare al fine di evitare un eventuale congestione del traffico e lamenta la mancanza di dialogo tra l’amministrazione centrale e le municipalità.

«Insieme al Consiglio della terza municipalità – spiega – ho chiesto più volte notizie sull’avvio dei lavori per la chiusura del Torrente Bisconte/Catarratti, chiedendo in particolar modo di poter partecipare al tavolo tecnico sulla gestione della viabilità, sia per dare il nostro contributo nel trovare una soluzione indolore, nell’interesse di tutti i residenti che utilizzano l’unico mezzo pubblico che serve i villaggi, sia per avvertire in tempo la popolazione di eventuali modifiche viabili che inevitabilmente avrebbero compromesso la loro routine quotidiana nell’andare a lavoro, a scuola e quant’ altro».

“Ebbene – prosegue – con estremo rammarico l’intero consiglio della Terza Municipalità, e quindi la popolazione di entrambi i villaggi, ha appreso soltanto oggi, dal tg locale delle 14,00, che da lunedì 13 diventerà operativa l’Ordinanza di chiusura della via direzione artiglieria per 5 mesi. Sono felice ovviamente che gli interventi abbiano finalmente inizio dopo anni, ma mi pongo diverse domande. Quale sarà il piano di viabilità? Le 2 strade alternative sono la via Polveriera che collega il villaggio di Bisconte con quello di Camaro, strada molto stretta densamente abitata e a senso unico, con autovetture parcheggiate lungo tutto la strada, e la Via Militare che conduce a Gravitelli, una strada panoramica anch’essa molto stretta ma a doppio senso che vede quotidianamente continui blocchi del traffico per via delle auto dei residenti parcheggiate in sosta. Quale nuovo tragitto effettuerà la Linea 15? E con quali orari? Ho prontamente chiamato i vertici di Atm per cercare di capire insieme a loro in questi pochi giorni come poter studiare al meglio un nuovo percorso che possa essere funzionale ai residenti».

«Ancora una volta – conclude – vengono a mancare le normali basi di un dialogo proficuo e sincero tra l’amministrazione centrale e le municipalità, che nonostante la recente approvazione del regolamento per il decentramento non intravedono nemmeno l’ombra di una serena condivisione, con ovvie conseguenze sulla vita dei cittadini».

 

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments