MESSINA. Continua la querelle sui librai di Piazza del Popolo. Dopo gli scontri e le polemiche delle scorse settimane, il Circolo Pickwick ha chiesto adesso un incontro con la Prefetta per cercare di risolvere la questione, “vista l’ostilità dell’Amministrazione De Luca verso la Cultura”.

Di seguito la loro nota:

Al Prefetto di Messina
Egregio prefetto di Messina, signora Cosima Di Stani, noi associati del “Circolo Pickwick” riteniamo opportuno essere ricevuti nel Suo ufficio, per poter sottoporre direttamente al Suo giudizio la legittimità e le ragioni della nostra iniziativa, in modo da dissipare i sospetti di pericolosità insinuati dall’offensiva
ostinata e sistematica dell’amministrazione De Luca, dacché il 31 ottobre scorso è fallito il tentativo ufficiale di annullare l’attività utile e da tutti gradita di rimettere in circolazione libri salvati dal macero.
Resta inspiegabile in nome di quale interesse superiore si insiste nel proposito di sciogliere una comunità di lettori composta di pacifici cittadini, colpevoli soltanto, agli occhi di chi?, di voler procurarsi il piacere della lettura.
La presenza dei libri in piazza del Popolo, come un rito laico domenicale, convoca spontaneamente tante persone ad un incontro piacevolmente affaccendato attorno alle bancarelle, dove libri e lettori danno vita
ad una comunità che per essenza propria alimenta umanità e cultura , solidarietà e conoscenza.
L’ostilità dell’amministrazione De Luca contro una tale attività voluta e praticata dai cittadini messinesi suscita sconcerto.
Sui libri e sui lettori pesa l’interrogativo su cosa cercano o sperano di trovare le immancabili ispezioni della polizia municipale, tutte regolarmente a vuoto.
In attesa della Sua risposta, La ringraziamo per l’attenzione.

Quelli del “circolo Pickwick”.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments