MESSINA. Non ha alcuna intenzione di fermare la sua striscia di successi il messinese Giovanni Ficarra, già più volte campione del mondo di canottaggio e che ad inizio estate ha portato a casa anche la medaglia d’oro alla Coppa del Mondo (qui il link). Questo weekend, infatti, ha arricchito il suo personale bottino sportivo vincendo un oro al Campionato Italiano di Coastal Rowing che si è svolto a Barletta e a cui ha partecipato tutta l’Asd Canottieri Peloro, portando a casa in totale un oro, tre argenti e un bronzo, con oltre seicento atleti in acqua a contendersi il titolo nelle diverse classi previste.

A salire sul gradino più alto del podio, però, è Giovanni Ficarra, nella distanza breve (beach sprint) dei 500 metri con partenza e arrivo in spiaggia, dopo avere affrontato un tratto in mare tra le boe. Il canottiere messinese, due volte iridato negli under 23, ha preceduto nella classe sportiva gli atleti Roberto Pusinelli (SC Ichnusa) e il vincitore della finale B, Luigi Dolce (Circolo Canottieri Barion).

“Questa specialità l’avevamo preparata con grande attenzione – chiosa l’allenatore e presidente del sodalizio, Dario Femminò – è particolarmente spettacolare, difficile da preparare ma che sta riscuotendo maggiore successo in campo internazionale, tanto da essere inserita nel programma olimpico dei Giochi di Los Angeles del 2028. Questo titolo ci ripaga del duro lavoro svolto, dei sacrifici fatti e ci riempie d’orgoglio”.

L’oro vinto nel singolo senior dovrebbe fargli staccare il pass per il mondiale di coastal rowing che si disputerà in Portogallo.

“Ho vinto il mio primo titolo italiano di coastal rowing, ci tenevo tantissimo anche perché era in palio il pass per la rassegna iridata – confessa Giovanni Ficarra – Dopo la cancellazione del mondiale di classe olimpica di Shanghai non è stato facile resettare tutto e focalizzarsi su un nuovo obiettivo, ecco perché la gioia che mi trasmette quest’oro è maggiore”.

“Vero – gli fa eco Femminò – abbiamo dovuto rivedere in corsa i programmi, cambiando anche il tipo di preparazione visto che siamo passati dal dovere gareggiare in acque piatte all’affrontare una competizione costiera – aggiunge Femminò – ma alla fine i sacrifici sono stati ripagati”.

Per Ficarra anche un bronzo nella prova endurance sulla distanza di sei chilometri, mentre gli argenti sono stati conquistati tutti nella distanza breve da Pietro Fugazzotto e Paolo Condurso nel doppio junior, Riccardo Arena e Antonino De Marco (doppio senior) e le sorelle Condurso (Maria e Valentina) nel doppio senior femminile.

“Il risultato collettivo ci fa piacere – aggiunge Femminò – anche perché non era semplice in un contesto particolarmente competitivo come quello tricolore vincere 5 medaglie. Ma voglio spendere una menzione pure per il quinto posto del quattro senior maschile nell’endurance, perché l’equipaggio era per metà composto da under 18, dunque giovane con importanti margini di crescita”.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments