PALERMO.
“Dopo nove settimane di crescita costante, arrivano i primi segnali di rallentamento della diffusione del covid in Sicilia”. Ad affermarlo il dipartimento di protezione civile regionale, che ha trasmesso i dati diffusi domenica 5 settembre 2021.

“Sono diminuiti i nuovi positivi e i nuovi ingressi in terapia intensiva -è stato il commento- e sono aumentati meno della settimana precedente i ricoverati (ordinari e in terapia intensiva)”

La prima settimana di settembre in Sicilia ha registrato 8600 nuovi positiiv, il 7,6% in meno rispetto alla settimana precedente, quando ancora si era registrato un incremento del 2,5%. È diminuito anche il rapporto fra tamponi positivi e tamponi effettuati, passato dal 7,3% al 6,6%.

Aumenta, invece, il numero degli attuali positivi,  pari a 28462, 1038 in più rispetto alla settimana precedente, così come cresce anche il dato sulle persone in isolamento domiciliare: 27497, 987 in più rispetto alla settimana precedente. 

I ricoverati sono 965, di cui 120 in terapia intensiva. Rispetto alla settimana precedente sono aumentati di 51 unità (i ricoverati in terapia intensiva sono aumentati di 12 unità). Nella settimana appena conclusa si sono registrati 69 nuovi ingressi in terapia intensiva (il 4,2% in meno rispetto ai 72 della settimana precedente).

Positivo il numero dei guariti (247.552) è cresciuto di 7431 unità rispetto alla settimana precedente. La percentuale dei guariti sul totale positivi è pari all’87,6%  (87,7% domenica scorsa).

Il numero di persone decedute registrato nella settimana è pari a 131 (contro le 95 della settimana precedente). A causa di alcuni riconteggi, il numero provvisorio di persone decedute attribuibili alla settimana appena conclusa è però pari a 95. Complessivamente le persone decedute sono 6445, e il tasso di letalità (deceduti/totale positivi) è pari al 2,3% (come la settimana scorsa).

I ricoverati complessivamente rappresentano il 3,4% degli attuali positivi (i ricoverati in terapia intensiva lo 0,4%).

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments