CALENDA

 

MESSINA. E’ Carlo Calenda il primo leader nazionale che ha fatto tappa in città nel pieno della campagna elettorale per elezioni comunali. Il segretario di Azione ha intrattenuto per quasi un’ora la sala “Fasola” di via San Filippo Bianchi.

Prima dell’incontro con il pubblico, Calenda ha dichiarato: “No con i Cinque Stelle no con l’estrema destra. Non siamo d’accordo neanche per un candidato civico perché i civici sono controllati dai partiti.” Così, il segretario di Azione ha fatto intendere la possibilità di una candidatura autonoma per le prossime elezioni. Opzione che si è già attuata per le prossime votazioni a Palermo. Presenti non soltanto i sostenitori messinesi e catanesi di Azione ma anche i membri di Più Europa, del partito liberale e alcuni giovani esponenti del Partito Democratico cittadino. Alla destra di Carlo Calenda presente anche il sindaco di Siracusa, Francesco Italia.

Durante l’incontro il segretario di Azione si è soffermato sul ruolo della politica e dei politici. Riferendosi all’ex sindaco Cateno De Luca ha dichiarato: “Le cose buone che ha fatto scompaiono davanti le buffonate”. Poi, Calenda si è intrattenuto in un monologo sul ruolo della conoscenza e sul ruolo dell’istruzione. “Abolirei gli istituti tecnici. Fino ai diciott’anni i ragazzi devono andare al liceo scientifico, classico o artistico per essere formati al dibattito critico. Senza cultura, la democrazia crolla.” Ma nel suo comizio, Carlo Calenda ha commentato anche la possibilità di un grande centro: “Cuffaro, Miccichè, Mastella, Toti, Brugnano. Così il grande centro diventa un grande fritto misto“.

Durante il question-time, Calenda ha annunciato l’impossibilità per la Sicilia e per il Meridione di diventare centri strategici per la logistica all’interno dell’area del Mediterraneo perché “i costi del trasporto ferroviario per un container sono maggiori rispetto quelli di far arrivare una nave direttamente a Trieste o Genova.” Inoltre, si è parlato di fonti energetiche, con un focus sull’idrogeno, e del concetto di libertà e green pass.

guest
1 Comment
meno recente
più recente più votato
Inline Feedbacks
View all comments
trackback

[…] la colazione di centro sinistra». Lo dichiara Palmira Mancuso di +Europa, a margine dell’incontro con Carlo Calenda il leader di Azione, che sulla possibilità di dialogo con i cinque stelle chiude tutte le […]