MESSINA. «Il Comune di Messina si doti di un proprio Regolamento per la tutela e il benessere degli animali». È questo l’appello che il consigliere comunale Libero Gioveni rivolge all’assessore al benessere degli animali Daniele Ialacqua dopo la morte del cavallo Oliver, a seguito della quale poi è stata emessa un’ordinanza sindacale.

«Le ordinanze non possono bastare – scrive Gioveni in una nota – perché sono parecchio limitate e circoscritte; si rende necessario predisporre un Regolamento che rappresenti una sorta di “vademecum” nella gestione di tutte le specie di animali, la loro
tutela e il rapporto di convivenza con i cittadini. Il Regolamento – prosegue il consigliere – deve descrivere dettagliatamente gli
obblighi di soccorso, il divieto di offrire gli animali in premio o in vincita,  il divieto di esporli come oggetto di intrattenimento per spettacoli, le procedure per il rinvenimento e l’affido, la fuga o la cattura, le procedure per la macellazione di bovini, suini e caprini, le procedure per l’accesso negli esercizi pubblici ecc., suddividendo naturalmente i vari articoli del Regolamento in relazione alle varie specie di animali (cani, gatti, equini, volatili, animali acquatici ecc.)».

«D’altronde – insiste l’esponente del gruppo Misto – proprio l’assessore Ialacqua, affermato animalista, si è voluto dotare di questa delega, quindi sarebbe opportuno, da esperto quale è, che redigesse e poi trasmettesse al Consiglio Comunale la bozza di Regolamento per il successivo esame e approvazione», conclude Gioveni che riporta, a mo’ di esempio, un estratto del Regolamento del Comune di Roma che riguarda specificatamente i cavalli.

 

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments