MESSINA. L’Acr Messina non smette di riservare sorprese ai tifosi. Il fine settimana, infatti, più che per i risultati sportivi è stato caratterizzato dall’attenzione verso il futuro della società, che sembrava stabilito dieci giorni fa e che invece si è rimescolato ulteriormente. A rientrare in gioco è l’avvocato romano Angelo Massone, ipotesi di ingresso in società caldeggiato qualche mese fa e poi tramontata.  

Per una serie di bizzarre coincidenze, per portare avanti e chiudere le trattative, l’avvocato Angelo Massone si è rivolto ad un altro… massone. Di fatto, non di nome. La vidimazione sotto le carte per l’accordo sulla cessione del Messina, infatti, porta la firma di Silverio Magno, notaio tra i più noti a Messina e una delle figure di spicco del Grande Oriente d’Italia in città, che della maggiore loggia massonica italiana è stato, qualche anno fa, ad un passo così dal diventare Gran Maestro

L’accordo per la cessione ha registrato una forte accelerazione nella tarda serata di ieri, con la sottoscrizione di un contratto preliminare che stipula il passaggio dell’88% delle quote societarie, in mano al presidente dimissionario Natale Stracuzzi e al successore Piero Oliveri, a una “new co” costituita dall’avvocato romano Angelo Massone e dagli imprenditori calabresi Pasquale Gerace e Giuseppe Marcianò, in rappresentanza della cordata americana capeggiata da Jacob Golan.

Il restante 12%, invece, resterà in possesso della società di costruzioni Antares, che fa riferimento all’amministratore delegato Pietro Gugliotta e al socio Giovanni Di Bartolo, e a Nino Micali che dell’Acr ha un piccolo 2% i azioni. I soci di minoranza hanno rinunciato al diritto di prelazione sulle quote di Stracuzzi e Oliveri, accettando l’offerta di Massone e Gerace, i quali hanno chiesto inoltre l’azzeramento dell’attuale consiglio di amministrazione, che sarà composto da sette soggetti fra i quali proprio il notaio  Silvero Magno. Per fare ordine nel bilancio, gli acquirenti hanno di chiesto attendere fino al prossimo 30 aprile in previsione di un aumento del passivo certificato per via di alcuni contenziosi legali in corso.

 
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments