MESSINA. Spazzatura dentro le case, vicoli ricoperti di immondizia e topi che strisciano fra le macerie di quelle che erano abitazioni lasciate pulite dai precedenti residenti e che ora sono state trasformate in discarica. E’ il quadro che emerge da una visita nella baraccopoli sul viale Giostra, poco sopra l’incrocio con il viale Regina Elena, simile alla situazione raccontata dal LetteraEmme in cui sono costretti a vivere i cittadini di via 15A del quartiere Annunziata. L’area è stata soggetta al risanamento e questa estate agli abitanti sono state assegnate delle case, che hanno così lasciato le baracche agli avventori in cerca di pattumiere.

A darne l’allarme è la consigliera della V Municipalità Lorena Fulco, che ha già interrogato il presidente di Arisme (l’agenzia per il risanamento di Messina), Marcello Scurria: “Fra una ventina di giorni MessinaServizi dovrebbe venire a pulire – spiega la rappresentante del V Quartiere – mentre il presidente Scurria ci ha informato che è in corso un bando per affidare i lavori di demolizione delle baracche. Il problema, infatti, è che fino a quando non si elimineranno ci sarà sempre qualche cittadino incivile”.

La consigliera Lorena Fulco si fa anche portavoce delle lamentele di alcuni residenti della zona, che oltre ad affacciarsi dal balcone e vedere una distesa di rifiuti fra l’amianto, ne avvertono anche la puzza, in estate ancora più accentuata. “Per non parlare di chi qualche volta è venuto per bruciare alcuni rifiuti“, aggiunge la consigliera. Anche questa sembra una prassi consolidata nelle baraccopoli rese discariche.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments