Natale a Messina, i presidenti delle Circoscrizioni incontrano gli assessori alla Cultura e allo Spettacolo

L'assessore Enzo Caruso: "Vorremmo valorizzare le singole iniziative organizzate ogni anno con grandi sforzi e sacrifici dagli abitanti dei vari quartieri"

 

MESSINA. Si è svolto ieri pomeriggio, nella sede dell’assessorato alla Cultura, un incontro preliminare tra gli assessori alla Cultura Enzo Caruso e allo Spettacolo Giuseppe Scattareggia con i rappresentanti delle circoscrizioni, nell’ottica di una programmazione complessiva delle manifestazioni natalizie. L’obiettivo è riuscire a realizzare un unico cartellone in grado di coinvolgere ogni singolo quartiere e i casali della città.

“Abbiamo voluto confrontarci con i rappresentanti delle circoscrizioni – ha spiegato Caruso – perché vorremmo valorizzare le singole iniziative organizzate ogni anno con grandi sforzi e sacrifici dagli abitanti dei vari quartieri. Molte di queste manifestazioni, infatti, sono ormai consolidate e meritano senz’altro maggiore attenzione e promozione”.

“Congiuntamente all’assessore Scattareggia, intendiamo inserire gli eventi più significativi nel cartellone che l’Amministrazione Comunale sta improntando, in modo tale da ampliare l’offerta per la città e rendere protagonisti i nostri quartieri e i casali. Questo incontro rappresenta il primo di una serie di appuntamenti che intendiamo portare avanti con i vari rappresentanti della città”.

Il percorso intrapreso dall’assessore Caruso, si legge sul comunicato, è caratterizzato dal volere recuperare storie, tradizioni e memorie per un Natale che sappia accendere i riflettori su tutti gli eventi che caratterizzano Messina.

La volontà è quella di coinvolgere l’intera città: singoli cittadini, commercianti, istituzioni pubbliche e private. A loro, l’appello dell’assessore Enzo Caruso: “Addobbiamo insieme la città di nuova luce, facendo squadra“.

All’incontro hanno preso parte i presidenti della I circoscrizione Giovanni Scopelliti, della II Davide Siracusano, della IV Alberto De Luca insieme al coordinatore culturale Piero Caliri, della V Ivan Cutè e della VI Matteo Mangraviti, ed il vicepresidente della III Alessandro Geraci. Presente anche l’architetto Nino Principato che si è reso disponibile a collaborare per iniziative legate alla tradizione popolare.

Lascia un commento

avatar
400