MESSINA. Serata conclusiva per la festa “du pipi russu”, che da giovedì sera ha luogo in piazza Municipio, con stand culinari (in cui di peperoncino non ce ne è stato moltissimo…), un palco per le manifestazioni a corredo e pure i gonfiabili per i bambini. Ieri, al termine di un’esibizione, è intervenuto anche l’organizzatore Lillo Alessandro, “patron” dei Canterini peloritani, che si è definito felicissimo per la riuscita della manifestazione, e ha lanciato una stilettata nei confronti di chi aveva criticato l’evento, con i social scatenati verso la prima locandina della manifestazione, zeppa di errori. E proprio sui social si consuma la vendetta di Lillo Alessandro, che ha arringato la folla ad usare gli stessi social contro “i cattivi che non avete idea di cosa stanno scrivendo su di me, è una cosa vergognosa e io non la merito”. Alessandro ha invitato quindi gli spettatori ad esprimere il loro gradimento rispetto alla serata e alla manifestazione. “Non per me, ma per la serata e per quanto vi siete divertiti”, ha concluso, prima di lasciare spazio alle danze.

 

 

A margine, una nota dolente: ieri sera, piazza Municipio è diventata un enorme parcheggio per auto e motorini, posteggiati allegramente non solo a lato della via Garibaldi (e sarebbe già sosta vietata), ma addirittura fin dentro la piazza stessa . Patrizia Alessandro, organizzatrice della manifestazione, ha spiegato che alcune delle auto (non tutte), erano posteggiate in piaggia in ottemperanza alle norme di sicurezza vigenti, come “antisfondamento”.

 

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments