Bocciatura ordine del giorno per i baraccati messinesi, De Luca: “Governo di balordi, ve lo dice ufficialmente il sindaco di Messina”

Il primo cittadino contro la maggioranza Lega- 5 Stelle ("prima hanno bocciato anche lo stato di emergenza"), e contro il ministro dell'interno Matteo Salvini: "il 14 agosto in visita a Messina aveva ribadito che non avrebbe più acconsentito che i bambini continuassero a giocare e vivere nelle baracche tra le fogne"

 

MESSINA. Non ha tardato ad arrivare il commento indignato del sindaco di Messina Cateno De Luca alla notizia della bocciatura dell’ordine del giorno presentato dalla deputata di Forza Italia Matilde Siracusano (e sottoscritto da Ella Bucalo di Fratelli D’Italia) che proponeva di destinare una somma prelevata dal reddito di cittadinanza per dare ai baraccati messinesi un alloggio decente.

“Ma questo Governo Lega Nord – 5 Stelle che concetto ha di giustizia sociale ? Vi state sempre più dimostrando un governo di balordi e ve lo dice ufficialmente il sindaco della città di Messina !”, tuona De Luca dal suo profilo Facebook.

“Il Ministro Matteo Salvini il 14 agosto 2018 in visita a Messina aveva ribadito che non avrebbe più acconsentito che i bambini continuassero a giocare e vivere nelle baracche sotto l’eternit tra le fogne. Ci è stata bocciata dalla maggioranza Giallo – Verde la dichiarazione dello stato di emergenza per snellire le procedure burocratiche per lo sbaraccamento ed ora viene negata la possibilità di destinare risorse per togliere dalle baracche oltre 7.000 persone. Bravi! Siete un grande esempio di ingiustizia sociale! Ringrazio Matilde Siracusano per aver lavorato con me a questo ordine del giorno ed Ella Bucalo per averlo sostenuto. Noi non ci arrendiamo!”, ha concluso Cateno De Luca.

Lascia un commento

avatar
400