“Elezioni & Bollicine”: la sinistra a confronto con la Lega

Due candidati/e, un calice di vino e un dialogo vis à vis sui temi caldi della politica: primo appuntamento (tutto al femminile) con la nuova rubrica dedicata alle elezioni del 4 marzo. Ospiti: Marina Trimarchi e Maria Flavia Timbro

 

MESSINA. Due candidati/e, un bicchiere di vino e un confronto sereno su programmi elettorali, progetti politici e argomenti d’attualità: sono gli ingredienti della nuova rubrica “Elezioni & Bollicine”, un approfondimento sulle prossime Politiche del 4 marzo in compagnia dei rappresentanti messinesi. Ospiti del Bar Irrera di Piazza Cairoli, che ha messo a disposizione la sua saletta interna, saranno di volta in volta due politici di due diversi schieramenti, che dialogheranno fra loro sugli argomenti caldi della campagna elettorale (ma anche della città). Perché è possibile parlare di politica anche senza urlare.

Ad inaugurare la rubrica sono due donne: Maria Flavia Timbro, avvocatessa di 37 anni, candidata con Liberi e uguali, da un lato del tavolino, e dall’altro Marina Trimarchi, 43 anni, ricercatrice universitaria, candidata con la Lega, entrambe nel collegio plurinominale di Messina-Barcellona-Enna per la Camera dei deputati. Tanti gli argomenti di dibattito, dal Ponte sullo Stretto all’immigrazione. Per un raffronto a 360 gradi sull’attualità partendo da due prospettive opposte (o forse no?).

 

 

 

 

Lascia un commento

avatar
400