MESSINA. L’arte come ode alla bellezza. E quella dell’artista palermitano Salvatore Cusimano è fatta di carta. Una delle sue ultime creazione, omaggio alla donna oggi nel giorno che ricorda quelle vittime di violenze, è “La strega delle Rose“. «Una mia opera – dice – che  vuole essere una dedica a ogni donna di ogni tempo. La prima donna è la madre terra che ci accoglie e ci ospita (a tal proposito la mia scultura in verde la rappresenta). La donna incide il tempo. Siamo tutti figli di una donna, Dio stesso è madre perché ci ha generati. Quindi la dedica è alle donne di Cristo (quelle che hanno fatto parte della sua vita e quelle di cui Lui ha avuto misericordia), e le donne di ogni tempo vittime di violenza, vittime della società. Donne fragili, donne forti, donne ignare della loro forza. La Strega delle Rose ci dice che la cura è il sangue (sangue linfa vitale). La leggerezza dei petali di rosa ci salva dall’ignoranza».

Salvatore ormai da anni crea sculture di carta per il corpo femminile e prova a farne metafora di forza e poesia che attraversino il tempo e lo spazio. «Dovremmo tutti, e gli artisti per primi, – dice – prendere esempio dallo splendido Cantico alle creature di San Francesco e lodare la bellezza in ogni forma attraverso le nostre opere. Amo le storie, l’uomo ha da sempre il bisogno di raccontare e raccontarsi, e ad ogni mia creazione associo una fiaba»

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments