MESSINA. Topi nel cortile degli uffici del Giudice di Pace in via Malvizzi fotografati stamane da alcuni avvocati: il presidente dell’Ordine Domenico Santoro ha immediatamente inviato una lettera all’attenzione del presidente della Corte d’Appello Michele Galluccio, del presidente del Tribunale Marina Moleti e della coordinatrice degli Uffici del Giudice di Pace Caterina Mangano. “Non esistono le condizioni minime igienico-sanitarie in questi locali invasi da roditori – scrive Santoro nella missiva, dopo le numerose lamentele da parte degli iscritti – si tratta di spazi ogni giorno frequentati, soprattutto nella parte esterna, da tanti professionisti, magistrati, personale di cancelleria e cittadini. Al fine di scongiurare qualunque deprecabile danno alla salute – prosegue il presidente – chiedo di intervenire in modo tempestivo con una bonifica”. L’Ordine ha anche garantito la massima collaborazione per la soluzione della vicenda, precisando che valuterà la possibilità da parte dell’Avvocatura distrettuale di non far frequentare gli uffici ai propri iscritti finché non sarà risolta la questione. 

Da anni si attende il trasferimento di questi uffici (oggetto di polemiche e critiche anche per le condizioni strutturali, di cattiva manutenzione e sicurezza in cui versa) da ultimo nei locali messi a disposizione dall’INPS in via Romagnosi e via Capra. A febbraio scorso, infatti, era stato pubblicato dal Ministero della Giustizia il bando per la manifestazione d’interesse, a cui aveva risposto positivamente l’Ente previdenziale. Un’iniziativa avviata su impulso del Consiglio dell’Ordine, accolta positivamente dalla Conferenza Permanente della Corte d’Appello di Messina, che però, a oggi, non vede ancora una concreta definizione.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments