MESSINA. Come accade ogni volta che si avvicina una festa, Messina si riempie di bancarelle ad ogni angolo. E le strade diventano una jungla. Un problema per il traffico veicolare ma anche per i pedoni, dato che l’invasione riguarda anche i marciapiedi. Come ad esempio quello fra via Sant’Agostino e la via XXIV maggio, dove un camion ha interamente occupato la superficie destinata al passaggio proprio a ridosso della villetta limitrofa, mentre il normale parcheggio è occupato dalla bancarella.

Oltre all’ovvio problema per chi ha la velleità di utilizzare il marciapiede per lo scopo per il quale è stato concepito (in primis madri con passeggini o disabili in sedia a rotelle), c’è il problema dell’angolo “cieco” per chi, dalla via Sant’Agostino, si immette nella trafficatissima XXIV Maggio, in un incrocio già di per sé congestionato soprattutto negli orari di punta e reso proibitivo dalle macchine parcheggiate in doppia fila nei pressi dei negozi o delle scuole.

 

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments