Archivio Tag: bus

  MESSINA. L’iniziativa è lodevole, la sua presentazione molto, molto meno. L’Atm, messi un numero adeguato di autobus in strada, tenta di “diversificare” l’offerta, e si sbizzarrisce con due nuovi servizi a favore dei turisti: un bus che dal centro porta i villeggianti fino alla spiaggia di capo Peloro, con fermate a museo e Ganzirri, e un secondo dal centro alla zona Falcata ed al … Continua a leggere Atm, arrivano i bus per turisti. Ma quei manifesti un po’ così… »

  MESSINA. Nel corso di una conferenza stampa tenutasi stamani nella sede dell’ATM, il sindaco, Renato Accorinti; il vicesindaco e assessore alla Mobilità, Viabilità e Trasporti, Gaetano Cacciola; l’assessore al Turismo, Guido Signorino; insieme al dirigente competente, Mario Pizzino; e al direttore generale dell’ATM, Daniele De Almagro; hanno presentato ai giornalisti i nuovi bus dell’Azienda Trasporti. “Oggi è una nuova tappa di un percorso avviato negli … Continua a leggere Atm, presentati sei nuovi bus: ne arriveranno altri 26 »

TAORMINA. “Ci scusiamo con l’utenza per il disagio arrecato dovuto ad eventi straordinari e non dipendenti dalla nostra volontà”. Termina così il comunicato con cui l’Interbus, la società che possiede le autolinee Etna trasporti, Segesta autolinee, Segesta internazionale e Sicilbus, alza le mani e si arrende all’evidenza: Il G7 a Taormina ha reso impossibile offrire un servizio decente agli utenti. E quindi stop, per cinque … Continua a leggere G7 a Taormina, la città isolata: Interbus rinuncia a tutte le corse »

MESSINA. Aumentare la sicurezza di autisti e controllori dell’Atm, negli ultimi tempi vittime sempre più frequentemente di aggressioni e minacce. È questo l’obiettivo dell’Azienda municipalizzata, che ha istituito un servizio di sorveglianza, attivo già nelle prossime settimane, che prevede  la presenza di due guardie giurate a bordo di bus e tram oltre a una autovettura che interverrà su chiamata in caso di pericolo. La decisione è stata comunicata questa … Continua a leggere Atm, guardie private sui bus per garantire la sicurezza »