MESSINA.  Durante l’attività svolta dalla polizia specialistica guidata dal Comandante Vicario Commissario Giovanni Giardina con la collaborazione dall’ispettore Giacomo Visalli, coordinatore del Reparto Ambientale, è stata trovata una stalla abusiva con un cavallo mantenuto in stato di maltrattamento.

Il cavallo privo di microchip viveva in una stalla improvvisata creata con materiale di recupero, priva delle più elementari norme di sicurezza che si trovava sul terreno di proprietà del consorzio autostradale. All’interno dell’area manufatti abusivi, recinzioni improvvisate e rifiuti di ogni genere.

Deferito all’autorità giudiziaria il proprietario del cavallo e responsabile degli abusi contestati che vanno all’occupazione di suolo pubblico al maltrattamento oltre che per i rifiuti speciali accumulati nell’area. Le opere sono state sottoposte a sequestro giudiziario e il cavallo affidato ad una struttura autorizzata che  d’ora in poi se ne prenderà cura.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments