MESSINA. «Alle ore 19:00 in diretta sulla pagina De Luca Sindaco di Messina leggerò la mia lettera di dimissioni da Sindaco di Messina». A scriverlo, su Facebook, è il primo cittadino Cateno De Luca, che dopo la burrascosa diretta di martedì e una giornata di assenza dai social, questa mattina ha prospettato nuovamente le sue possibili dimissioni, legate alle sorti del direttore generale dell’Asp Paolo La Paglia

«Non sono arrabbiato ed amareggiato per la reazione di una parte di cittadini ed imprenditori ormai disperati per l’aumento degli effetti pandemici. Sono invece indignato – scrive – per l’omertà della classe politica locale regionale e nazionale per gli attacchi, minacce e strumentalizzazioni che ho subito in questi ultimi tre giorni dai poteri forti messinesi e siciliani che hanno approfittato della disperazione della gente per farmi fuori con l’ausilio di quelle sigle sindacati che ormai hanno dovuto smettere di usare il comune di Messina e le sue partecipate come un bancomat. Il Presidente della regione siciliana Nello Musumeci ed il suo assessore alla sanità Ruggero Razza hanno avallato e sostenuto questa strategia criminale nel miei confronti perché ho chiesto la testa del loro uomo di fiducia Paolo La Paglia direttore generale dell’ASP di Messina. Messina è nella tragedia pandemica per comprovata responsabilità di Paolo La Paglia, che evidentemente sta ricattando Musumeci e Razza infatti ancora è li al suo posto ma nessuno parla e tutti tacciano. Io – sostiene -sto rischiando la mia vita perché non ho accettato la logica mafiosa dell’omertà e della complicità e coloro che ancora consentono a La Paglia di rimanere al suo posto senza denunciare ed agire sta applicando la logica dei mafiosi a libro paga delle istituzioni».
Poi, dopo le sfogo, l’annuncio: «Le mie dimissioni sono pronte perché da autentico uomo delle istituzioni non posso convivere con altre istituzioni che stanno agendo con la logica mafiosa e stanno uccidendo Messina lasciando i loro servi sciocchi al comando dell’Asp. Perché nessuno si indigna al cospetto di queste vicende da me denunciate pubblicamente e all’autorità giudiziaria?».
Non è la prima volta che De Luca annuncia le sue dimissioni, già prospettate più volte nei sui due anni e mezzo di mandato.
guest
6 Commenti
meno recente
più recente più votato
Inline Feedbacks
View all comments
messinese stanco
messinese stanco
14 Gennaio 2021 9:31

Magari. Ho commesso un grosso errore a darle fiducia

Antonio
Antonio
14 Gennaio 2021 9:45

Oltre a leggerle, le firma e le consegna anche?

Andrea
Andrea
14 Gennaio 2021 10:29

Io non me la prendo con il sindaco.
Io ce l’ho con l’opposizione.
Ho detto opposizione?
Dov’è l’opposizione in questa città?
Dove sei opposizione?
Opposizione, di’ qualcosa.
Anche non di sinistra (giammai) ma di’ qualcosa.
Di’ qualcosaaaa

Gianrico
Gianrico
14 Gennaio 2021 11:39

Ma leggerà la tradizionale lettera di dimissione di inizio anno? Un appuntamento da non perdere, un po’ come il concerto del primo gennaio.

VIVA DE LUCA
VIVA DE LUCA
14 Gennaio 2021 20:53

non si dimette un vaffa ai delusi e contastatori

Francesco
Francesco
14 Gennaio 2021 21:01

Sarebbe difficile trovare un successore che faccia così tanto per la città. De Luca è una persona coraggiosa che non ha avuto alleati e si è battuto con tenacia per il bene (e contro le lobby) di Messina. Spero di perdere La Paglia e tenere lui.