MESSINA. Si sono svolte nei giorni 1 e 2 settembre le elezioni per il rinnovo del Consiglio dell’Ordine dei Dottori Agronomi e Forestali della Provincia di Messina, che resterà in carica per il quadriennio 2021 /2025. A partecipare alle votazioni, svolte in modalità remota, è stato il 73% degli aventi diritto.

Sono stati eletti, per la sezione A (dottore agronomo e dottore forestale), i seguenti professionisti: Salvatore Messina, Gaetano Currò, Raffaella Iudicello, Carmelo La Spada, Alessandro Leone. Domenico Manganaro, Daniele Mento e Giacomo Picciolo.

Per la sezione B (agronomo e forestale junior, zoonomo, biotecnologo agrario) è risultato eletto Giuseppe Ravidà.

Nel primo Consiglio del 9 settembre, i neo eletti, dopo il saluto con il presidente uscente, Stefano Salvo, e i ringraziamenti rivolti al precedente Consiglio per il lavoro svolto, hanno assegnato le seguenti cariche:

  • Salvatore Messina Presidente
  • Daniele Mento Vicepresidente
  • Domenico Manganaro Segretario
  • Carmelo La Spada Tesoriere

«Il nuovo Consiglio dell’ODAF di Messina, consapevole delle sfide future che lo attendono – si legge in una nota – baserà il proprio lavoro sulla valorizzazione del Dottore Agronomo e del Dottore Forestale, da sempre al centro del contesto professionale della filiera agroalimentare, del comparto forestale, del settore economico ed ambientale e, mai come oggi, figure fondamentali per la concertazione sulle tematiche di attualità, come le produzioni agroalimentari di qualità e l’utilizzo sostenibile e razionale delle risorse naturali, nonché  per una ottimale programmazione, progettazione e gestione degli interventi afferenti alle tematiche del green deal e farm to fork, punti cardine del piano UE per la ripresa post-COVID-19. Particolare impegno verrà riposto nell’aggiornamento professionale degli iscritti, che sono chiamati a svolgere le loro mansioni tecniche in un contesto agroambientale ricco di paesaggi e variabilità pedoclimatica, che caratterizzano il territorio provinciale e regionale. Verrà, altresì, consolidato il supporto alle amministrazioni locali, con le attività di studio, pianificazione, progettazione e gestione del verde urbano e periurbano, essenziale per l’incremento della qualità della vita nei centri abitati soprattutto in considerazione dei cambiamenti climatici nonché per la stesura dei P.U.G., in attuazione della nuova Legge Urbanistica della Regione Siciliana. L’ODAF, inoltre, collaborerà attivamente con le istituzioni scolastiche del territorio per attivare progetti educativi per far acquisire ai giovani studenti, attraverso un percorso di esplorazione emotiva e culturale, la consapevolezza sui temi della sostenibilità, della protezione dell’ambiente e della cura della “casa comune”. Tutte le attività dell’Ordine, infine, saranno pubblicizzate tramite i principali canali di comunicazione».

 

 

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments