MESSINA.Dito puntato del Forum delle Donne contro accorintiani e Movimento 5 Stelle. Secondo le esponenti del forum, nato quest’estate, fra le cui promotrici figura la sindacalista Clara Crocè, le accuse dei sostenitori dell’ex sindaco Renato Accorinti e dei grillini rispetto ai risultati ottenuti dall’amministrazione De Luca sono  inaccettabili e non rispondenti al vero.

«Non possiamo fare a meno di intervenire sullo stucchevole dibattito scatenatosi in città in merito all’ennesima bocciatura del provvedimento in favore dei baraccati messinesi -dichiara il Forum delle Donne. Non vogliamo entrare nel merito dell’ultimo provvedimento approvato, ma non possiamo fare a meno di stigmatizzare alcune dichiarazioni che riteniamo scomposte e avverse alla città e a chi vive nelle baracche», scrivono in una nota.

«Ci riferiamo in particolare al comunicato degli accorintiani di MessinaAccomuna e ci chiediamo come non mostrino vergogna a schierarsi in difesa del governo 5 Stelle-Salvini. Dai sodali dell’ex primo cittadino, vorremmo sapere quali procedure abbiano definito, quali norme abbiano studiato e quali finanziamenti abbiano ottenuto per Messina tra il 2013 e il 2018. Accorinti, come abbiamo letto sulla stampa, “è uscito sconfitto già prima delle elezioni non per la sua incompetenza su tutto a parte gli slogan, ma per la sua mancata assoluta umiltà, che ha portato pure i suoi sostenitori a non votarlo più».

«Sul fronte del Risanamento (come su cento altri) MessinAccomuna sostiene che le uniche abitazioni consegnate sono frutto dei programmi e dei finanziamenti sviluppati e concretizzati dalla precedente amministrazione. Fatto questo che non corrisponde al vero. I dati in nostro possesso dicono altro. Per 4 anni è stato disponibile un finanziamento di 9 milioni e mezzo di euro e il vecchio esecutivo ha acquistato solo 7 appartamenti. Non si può più giocare sulla pelle dei baraccati: se negli ultimi 30 anni sono stati realizzati e consegnati solo 584 alloggi, questi numeri sono il segno del fallimento anche della Giunta Accorinti».

«E riteniamo uno schiaffo ai messinesi le dichiarazioni del gruppo consiliare dei 5 Stelle, che invece di polemizzare dovrebbe sensibilizzare il governo nazionale rispetto all’adozione dei  provvedimenti  finalizzati alla risoluzione di problemi che riguardano oltre 8.000 persone che ancora oggi vivono nelle baracche. I grillini dicano apertamente qual è il programma dell’esecutivo Conte per risolverli. E concludiamo questo nostro intervento sottolineando che lo sbaraccamento non può essere barattato con la realizzazione del Palagiustizia o con l’attuazione del Piano di Riequilibrio. La città non può subire l’ennesimo ricatto: il Forum delle Donne lancia la mobilitazione cittadina per sensibilizzare i governi nazionali e regionali sul risanamento della città, perché le baracche sono un problema dell’intera città e non solo del sindaco De Luca», concludono.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments