MESSINA. Rapina aggravata e ricettazione. Questi i reati commessi dal 27enne messinese N.L., su cui i Carabinieri della Stazione di Messina Gazzi hanno eseguito, nel pomeriggio del 6 febbraio, un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Messina (Ufficio Esecuzioni Penali).

Il ragazzo è stato pertanto condannato alla pena di 4 anni e 6 mesi di reclusione per i reati commessi tra il mese di maggio e giugno del 2018. Al termine della formalità di rito l’arrestato è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Messina Gazzi.

Sempre giovedì 6 febbraio, i Carabinieri della Stazione di Bordonaro hanno arrestato, in flagranza del reato di evasione, il 28enne M.G. poiché, nel corso di un servizio di controllo del territorio, lo hanno sorpreso fuori dalla propria abitazione senza alcuna autorizzazione. M.G. era sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari a seguito del suo arresto in flagranza, avvenuto lo scorso 18 gennaio per il reato di rapina impropria poiché unitamente a due complici era ritenuto responsabile di avere sottratto alcune bottiglie di superalcolici da un supermercato del rione Giostra.

Nella mattinata di ieri l’uomo è comparso avanti al Giudice del Tribunale di Messina che ha convalidato l’arresto operato dai Carabinieri ed ha disposto a suo carico l’applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari.

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments