MESSINA. «La responsabile di due colonie feline, da qualche giorno risulta positiva al covid 19, teme per l’ incolumità dei gatti che segue con cura e dedizione da diverso tempo; la stessa si preoccupa per i felini ai quali nessuno può dar da mangiare poiché anche la madre ed il fratello che sono nello stesso nucleo familiare, anch’essi sono in isolamento domiciliare». È quanto comunica in un una nota il consigliere della V Circoscrizione Franco Laimo, che è stato contattato dalla donna al fine di sensibilizzare, mediante un appello, volontari ed amanti degli animali.

Le colonie feline registrate si trovano una nella scalinata Ringo (scala di collegamento fra la Via Principessa Mafalda ed il Viale della Libertà, altezza imbarcaderi) e l’altra in Via Principessa Mafalda, nell’attigua villetta. «Chi volesse dar da mangiare agli amici gatti, ma al contempo nel rispetto di tutti e degli stessi residenti, senza lasciare quindi scatolette e/o spazzatura e mantenendo pulita l’area – scrive Laimo – può recarsi nelle zone indicate, fin quando la stessa responsabile delle due colonie feline avrà “superato questo dannato virus”».
«Va ricordato – prosegue il consigiere – che la legge nazionale che ha riconosciuto e che tutela le colonie feline è la Legge n. 281 del 1991 (“Legge quadro in materia di animali di affezione e prevenzione del randagismo”). “Il gatto” dunque è considerato parte integrante della società pertanto va rispettato e tutelato secondo norme di legge. La legge 281 del 1991 contro il maltrattamento dei gatti, tutela anche quelli che vivono in piena libertà e tutte le colonie feline».
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments