MESSINA. Se un’attività messinese ha un debito con il comune maggiore di 100 euro gli verrà sospesa la licenza. È quanto prevede la delibera di “Regolarità Tributaria” che la Giunta De Luca ha inviato lunedì in Commissione Bilancio, resa nota dal consigliere comunale di Sicilia Futura Nino Interdonato che ne denuncia la bassa soglia di tolleranza.

«Sei un azienda messinese in difficoltà? Hai un debito derivante da tasse comunali maggiore di € 100?
Stai sereno, la Giunta De Luca è pronta a sospenderti la licenza», si legge in un una nota ironica del consigliere comunale.

«Non si può mettere a rischio, il già precario equilibrio economico delle aziende messinesi in questo momento storico. È corretto che tutti paghino le tasse, ma se non si troverà un accordo politico per aumentare la soglia di tolleranza, prima della sospensione della licenza, Sicilia Futura seppellirà la delibera con migliaia di emendamenti», scrive Nino Interdonato.

Il video dove il consigliere spiega la delibera di Giunta e perché ne è contrario:

guest

2 Commenti
meno recente
più recente più votato
Inline Feedbacks
View all comments
trackback

[…] MESSINA.  È botta e risposta virtuale tra il sindaco Cateno De Luca e il vicepresidente del consiglio comunale Nino Interdonato. Durante la consueta diretta Facebook mattutina il sindaco ha infatti affermato di aver definito la predisposizione dei regolamenti riguardanti il pagamento dei tributi da parte delle attività comunali, con relativa possibilità di sospensione della licenza per chi ha accumulato del debito (una questione su cui era intervenuto ieri Nino Interdonato). […]

trackback

[…] con il sindaco Cateno De Luca. Secondo Nino Interdonato, infatti, la proposta prevedeva una troppo bassa tolleranza (100 euro di tributi non versati sarebbero sufficienti a sospendere la licenza). Per il sindaco, […]