MESSINA. Al centro delle polemiche nei mesi scorsi, il Parco Aldo Moro torna nella disponibilità del Comune: in seguito all’accordo  raggiunto stamani con l’Ingv, l’istituto nazionale di geologia e vulcanologia, proprietario dell’area, a Palazzo Zanca è stata garantita la concessione dell’area verde per 29 anni.

La comunicazione è arrivata proprio mentre il quarto quartiere era riunito in seduta straordinaria aperta al pubblico. L’accordo è stato firmato direttamente dal sindaco ma, nonostante rappresenti un passo in avanti, non ha pienamente soddisfatto né alcuni consiglieri di quartiere, né l’Unione Inquilini di Messina, che il polmone verde del Viale Regina Margherita lo aveva occupato lo scorso dieci ottobre per destinarlo a scopi abitativi. Se il comitato rivendicava infatti il diritto ad essere interpellato durante la trattativa, alla luce dei lavori di recupero della struttura portati avanti in questi mesi, il consigliere Daniele Travisano, che da anni segue la vicenda, pur prendendo atto dei passi in avanti, ritiene che contro l’Ingv bisognerebbe intraprendere un’azione giudiziaria più incisiva per tornare in pieno possesso dell’area: “Ci sono profili di inadempienza contrattuale da parte dell’ente, proprietario dell’area da decenni”.

 

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments