MESSINA. «Inaudito, inaccettabile e profondamente ingiusto». Così il consigliere comunale del M5s Andrea Argento commenta la decisione, da parte dell’Amministrazione, di affidare ad Atm spa la gestione dei posteggi dello stadio Franco Scoglio in occasione di tutte le partite casalinghe del Messina, con l’introduzione di tariffe orarie per i parcheggi comprese fra i 3 e i 5 euro (qui l’articolo).

«Oltre al danno, la beffa! Dopo le vane promesse per l’esordio in casa, il vergognoso pasticcio del bando e lo smacco del derby con il Palermo giocato a Vibo, a poche ore dal match con il Francavilla arriva un’altra sorpresa amara per i tifosi giallorossi, che in questi anni hanno dovuto fare tanti sacrifici e che non meritano di certo una gestione così approssimativa», commenta il consigliere, che più volte in passato ha denunciato le tante criticità del settore e l’operato del sindaco Cateno De Luca e dei suoi assessori: dalla gestione degli impianti alle carenza di risorse investite da parte dell’Amministrazione.

«Si tratta per di più – commenta – di una decisione arrivata senza alcun preavviso, che dimostra ancora una volta la cronica scarsa attenzione della Giunta nei confronti degli sportivi messinesi. È sempre la stessa storia: ci si serve dello sport, in questo caso per incassare, invece di servirlo ed offrire servizi. I tifosi sono stanchi di essere presi in giro e di subire passivamente le scelte errate di chi ha già ampiamente dimostrato di non avere a cuore le sorti degli appassionati e di non essere assolutamente in grado di amministrare, come dimostrano in modo inequivocabile i fatti e i tanti disastri a cui abbiamo dovuto assistere in questi ultimi 3 anni», conclude.

Questo, invece, l’intervento del consigliere comunale e capogruppo di Fratelli d’Italia Libero Gioveni: “L’introduzione della sosta a pagamento nei parcheggi adiacenti lo stadio Sa Filippo, in questo momento storico suona da parte dell’Amministrazione come un voler mettere il classico dito nella piaga!”, commenta Gioveni, anche Presidente della Commissione Viabilità e Traporti, contestando la decisione presa da ATM e Amministrazione di aver voluto introdurre “questo balzello per i tifosi e sportivi messinesi”.

“In questo momento il mio pensiero va non soltanto ai tifosi che per la società hanno sempre dimostrato attaccamento anche nelle categorie dilettantistiche in cui in tutti questi anni ha militato – afferma Gioveni – ma anche e soprattutto ai cittadini sportivi in genere, che magari in questi anni sono stati un po’ più distanti dall’ACR Messina e che, a seguito del ritorno fra i professionisti, potevano forse ritrovare quell’entusiasmo sopito e presentarsi di nuovo allo stadio”.

“Questa scelta che definisco azzardata e, proprio in questa fase storica, inopportuna – prosegue il consigliere – non può che invece far allontanare il cittadino messinese comune dalla squadra, stroncando sul nascere il suo entusiasmo ritrovato, anche tenendo conto di una crisi economica che per via della pandemia ha toccato tantissime famiglie”.

“Non è questo l’atteggiamento che deve avere un’Amministrazione che vuole dimostrare di avere a cuore la rinascita del calcio messinese – insiste l’esponente di FdI – e questa ennesima decisione non fa che confermare l’idea della troppa superficialità che ha messo in campo dopo la prima delusione data ai tifosi con la disputa del derby col Palermo a Vibo Valentia per non essersi fatta trovare pronta”.

“Auspico, quindi – conclude Gioveni – un immediato dietro-front verso la gratuità della sosta nei parcheggi attorno allo stadio, per dimostrare, forse per la prima volta, che dentro il petto del sindaco e della sua Giunta batta davvero un cuore giallorosso”.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments