MESSINA. C’è da rischiare la morte, ma volendo lo si può prendere con lo spirito con cui si affrontano gli sport estremi. Una sfida tra l’uomo e l’ambiente esterno: partecipare a tutte le sagre di agosto in provincia di Messina. Una marea, praticamente più di una a sera, fortemente sbilanciate sul versante tirrenico, con netta predominanza dei Nebrodi,e con un nutrito contributo in euro tramite patrocini da parte degli enti locali e fondi regionali destinati a turismo e cultura che finiscono in…porchetta.

Si inizia il 3 agosto a Librizzi, con la sagra dei maccheroni e poi via, in un delirio di cibo fino al 27, con la festa del mare a Capo d’Orlando. Il paese con più eventi? Brolo, con appuntamenti dedicati allo street food siciliano, ai maccheroni alla norma, al pistacchio, al pane cunzato e alla focaccia. I cibi? Dai più classici, come il pane di Montalbano, fino all’anguria e alle granite, passando per la birra.

In un mese, in giro per la provincia messinese, si assaggerà di tutto: provola, bruschette, nocciole e granoturco, fino a castrato e pesce azzurro, in un’orgia di sapori che attenterà alle vostre coronarie. E se proprio dev’essere letale, almeno vi farà morire col sorriso sulle labbra. E la cintura allentata di tre buchi.

Per orientarvi meglio, di seguito il calendario degli appuntamenti e la mappa interattiva degli eventi: cliccando sul luogo, si apriranno le schede relative.

Per la mappa delle guardie mediche più vicine ci stiamo attrezzando.

Ps. Se dovesse esserci sfuggito qualche appuntamento non esitate a segnalarcelo

 

 

 

 

 

 

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments