TAORMINA. Dopo la partecipazione al Festival di Sanremo con la storia d’amore tra Cristalda e Pizzomunno, protagonisti del brano che si è aggiudicato il Premio Bigazzi per la Miglior Composizione, Max Gazzè farà tappa il prossimo 25 agosto al teatro greco di Taormina, dove proporrà dal vivo la sua opera “sintonica” “Alchemaya”. Quello del cantautore romano è il primo annuncio della nuova programmazione di TAOmusica, la rassegna di spettacoli organizzata da Puntoeacapo con la direzione artistica di Nuccio La Ferlita.

Per l’originale progetto live di Gazzè, che sarà accompagnato da una grande orchestra, sono state scelte quattro esclusive location: le Terme di Caracalla a Roma, l’Arena Sferisterio di Macerata, l’Arena di Verona e appunto lo storico teatro della Perla dello Jonio.

La prima edizione di TAOmusica, nel 2017, ha contato 30 mila presenze di pubblico pagante, portando sul palco del Teatro antico di Taormina artisti italiani e internazionali (tra questi Fiorella Mannoia, il Volo, Afterhours, Alvaro Soler, Massimo Ranieri, Francesco Renga) e confermandosi la rassegna di spettacoli a pagamento più partecipata in Sicilia.

«La rassegna commenta Nuccio La Ferlita, manager dell’agenzia Puntoeacapo e direttore artistico di TAOmusica – ha contribuito all’incoming turistico in maniera considerevole, documentata dalla vendita dei biglietti in tutto il mondo: Canada, Israele, Russia, Cina, Ungheria, Lettonia, Spagna, Francia, Stati Uniti, Germania, Malta, e in tutta Italia: Roma, Milano, Torino, Firenze, Venezia, Reggio Calabria etc. Il pubblico della musica ha riempito le strutture turistiche siciliane e taorminesi in particolare, frequentando ristoranti ed esercizi commerciali, muovendo così l’economia del territorio e producendo un indotto economico stimato 7 volte superiore a quello dell’incasso generato dalla vendita dei biglietti. L’edizione di quest’anno, si preannuncia altrettanto prestigiosa e valida: oggi annunciamo il concerto di Max Gazzè  con orchestra sinfonica – un evento unico nel suo genere – tra non molto potremo rendere nota l’intera programmazione, che proporrà nomi prestigiosi della musica pop contemporanea italiana e della grande musica interazionale» conclude La Ferlita.

 

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments