MESSINA. La sanificazione per rendere le spiagge “covid free”, come affermato dal sindaco Cateno De Luca, effettuata all’alba del 15 e 16 agosto da venti squadre di MessinaServizi (nel post che annunciava il fatto, De Luca aveva parlato addirittura di sessanta squadre) in alcune spiagge di Messina, dopo essere diventato oggetto di scherno social in tutta Italia, diventa anche oggetto di un’interrogazione. Stavolta non per ridere.

Legambiente Messina ha inviato una nota al comune di Messina ed a vari enti in merito chiedendo di sapere “quali prodotti siano stati utilizzati per gli interventi di sanificazione, definiti covid free, delle spiagge cittadine e per la disinfestazione diffusa sul territorio e se gli organi di controllo ASP ed ARPA, a cui la nota è stata inviata per conoscenza, fossero stati preventivamente avvertiti”.

“In questi giorni abbiamo assistito ad interventi di sanificazione sulle spiagge cittadine definiti covid free – scrive Cinzia Oliva, presidentessa di Legambiente Messina – Nelle settimane passate è stata condotta una massiccia campagna di disinfestazione in tutta la città contro zanzara tigre, pappataci, blatte, zecche. Considerato che già nel mese di aprile sono stati effettuati interventi di sanificazione anti covid nelle strade di Messina, si chiede alle autorità in indirizzo quali prodotti si stanno utilizzando per la disinfestazione e la sanificazione in corso in tutta la città;

1) se sono stati effettuati studi preliminari per accertare la presenza degli insetti striscianti e volanti, e se tale presenza fosse ugualmente diffusa sul territorio o concentrata prevalentemente in alcune zone, in modo da diversificare l’entità dell’intervento ;

2) se sono state accertate le eventuali cause della presenza degli insetti (rifiuti abbandonati, perdite d’acqua e fognarie, diffusione erbe spontanee, ecc…) e quale piano d’intervento è stato varato per rimuoverle;

3) se sono stati valutati i rischi sull’impatto di tali prodotti su tutta la biodiversità, comprese le api che, come tutti sanno sono protette in quanto a serio rischio di estinzione, e quali precauzioni siano state prese;

4) se il piano d’intervento anti covid sulle spiagge cittadine  e la campagna di disinfestazione siano state preventivamente sottoposte all’attenzione degli enti di controllo e quali prodotti sono stati utilizzati;

5) se gli operatori che stanno effettuando gli interventi di disinfestazione e sanificazione hanno le necessarie competenze e l’esperienza utile per effettuare i suddetti interventi;

6) quali strategie sono state definite per valutare gli esiti e l’efficacia degli interventi di disinfestazione e sanificazione attuati.

guest
1 Comment
meno recente
più recente più votato
Inline Feedbacks
View all comments
trackback

[…] in particolari, risponde a Cinzia Oliva, presidentessa di Legambiente Messina che due giorni fa aveva inviato una nota a palazzo Zanca chiedendo lumi sul processo di sanificazione delle spiagge che tanto ha fatto […]