MESSINA. Sfreccia ad alta velocità lungo via Rosso da Messina, suona insistentemente il clacson per via delle auto in sosta poi, quando due agenti si avvicinano per capire il perchè del comportamento sconsiderato, li minaccia con un martello.

E’ stata arrestata per questo la trentasettenne messinese Marianna Letizia, sottoposta agli arresti domiciliari in attesa di rito direttissimo nel quale le è stato imposto l’obbligo di dimora.

Quando i due agenti si sono avvicinati all’auto della donna, sono stati prima insultati e minacciati con un martello e successivamente con un coltello che la trentasettenne teneva sul sedile lato passeggero.

Compresa la sua pericolosità e notati altri coltelli ed un ulteriore martello sul tappetino dell’auto, i poliziotti riuscivano a farla scendere dall’auto ed a calmarla, ma solo per poco: la donna infatti cercava di allontanarsi e agli agenti, che la raggiungevano, non  risparmiava insulti, spintoni e sputi.

Dopo averla affidata ad operatori del 118 per verificarne lo stato di salute gli operatori procedevano all’arresto.

I due martelli in ferro e i 5 coltelli con lama tra gli 8 e i 20 cm sono stati sequestrati. Ulteriori accertamenti hanno evidenziato a suo carico precedenti condotte similari nonché numerose segnalazioni.

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments