MESSINA – Si è intrufolato all’interno della clinica Cristo Re e si è arrampicato fino alla trave più alta della scala antincendio, minacciando di uccidersi. Si tratta di un uomo di 47 anni che camminando nella stretta trave della scala all’altezza di una ventina di metri dal suolo, ha chiesto di poter parlare con l’assessore, Sebastiano Pino e col sindaco, Renato Accorinti. Secondo quanto riferito, l’uomo, pare in stato di astinenza da metadone, avrebbe messo in atto il gesto disperato perché senza casa.

Immediato l’ntervento alle 8 di stamattina di Vigili del fuoco, della Volante e del 118. Dopo un’ora circa l’uomo si è convinto a scendere e tutto si è risolto per il meglio.

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments