MESSINA. Domani, mercoledì 10 luglio, alle ore 11, in occasione del centenario dell’incendio all’ex quartiere Americano in baracca,  si svolgerà la cerimonia della scopertura di una targa commemorativa, alla presenza del sindaco Federico Basile e dell’assessore alle Politiche culturali e Toponomastica Enzo Caruso.

Era il 10 luglio 1924, infatti, quando le fiamme devastarono il quartiere che si estendeva dal torrente Zaera all’attuale via Roosevelt e dal viale San Martino alla via Croce Rossa.

La posa della nuova targa è promossa dal presidente dell’UNITRE di Messina Basilio Maniaci e avverrà sulla facciata dell’isolato 56, angolo viale Europa – viale San Martino, lato mare, e sarà scoperta dal sindaco Basile, mentre la benedizione sarà impartita da monsignor Mario Di Pietro, parroco della Parrocchia San Giacomo Maggiore.

La targa ricorda la catastrofe si abbatté sulla città, ma anche il sostegno in favore dei sopravvissuti del terremoto del 1908. Si trattò di uno degli interventi umanitari più ampi, articolati e significativi, che nell’occasione fu promosso dal presidente degli Stati Uniti, Theodore Roosevelt.

L’ex quartiere Americano, per tre lustri, fu sede delle principali istituzioni di Messina, dove si formarono, tra gli altri, Giorgio La Pira, Salvatore Quasimodo e Salvatore Pugliatti. Ciò a conferma che “la terra – così come scrisse Torquato Tasso – simile a sé gli abitator produce”.

La cittadinanza è invitata a partecipare.

Subscribe
Notify of
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments