MESSINA – In protesta nell’ampio atrio del Tribunale perché sono invasi dai topi. Così alcuni dipendenti del Palazzo di Giustizia hanno inscenato la protesta con manifesti dal chiaro e secco contenuto: “Non vogliamo topi nei nostri uffici”. La protesta arriva dopo il documento firmato da cento lavoratori del Tribunale di Messina rivolto ai vertici di Palazzo Piacentini: “I dipendenti del Palazzo di Giustizia di Messina si associano alle rimostranze mosse dall’Anm, e dalla camera penale degli avvocati di Messina, riferite alle condizioni di sicurezza e di igiene di Palazzo Piacentini. Una situazione che si trascina da anni e che riguarda l’inidoneità di molti locali adibiti ad uffici. I lavoratori sono costretti a lavorare ogni giorno in queste condizioni nell’indifferenza generale. Di recente l’emergenza è aumentata a causa della presenza sempre più invadente e pericolosa di roditori che si aggirano indisturbati nelle stanze, nei corridoi. La derattizzazione parziale si è rivelata inefficace, i topi agonizzanti sono stati ritrovati nelle stanze e addirittura piombati letteralmente dalle intercapedini dei grigliati del controsoffitto in alcuni uffici ubicati nei sotterranei. Le pulizie, la bonifica e sanizzazione dei locali, successive alla derattizzazione e alla presenza inequivocabile dei roditori, sono state pressoché inesistenti. Addirittura all’interno di un faldone contenete fascicoli di ufficio sono stati ritrovati numerosi escrementi di roditori nonché, cosa ancor di più sconcertante, bustine di topicidi. Cosa dobbiamo fare per vedere rispettato il nostro diritto di lavorare in locali sicuri, che accada l’irreparabile?”

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments