MESSINA. I termosifoni, a Messina, si accenderanno il primo dicembre, e fino al 31 marzo, per 8 ore al giorno. Lo stabilisce la legge (ovviamente per chi è dotato di riscaldamento centralizzato).

L’Italia per legge è suddivisa in diverse zone, ognuna delle quali ha date precise per l’accensione e lo spegnimento dei caloriferi. Per eventi climatici straordinari (come improvvise o prolungate ondate di freddo) spetta ai sindaci di ogni città firmare ordinanze che possano modificare il calendario delle accensioni dei termosifoni.

Messina, insieme ad Agrigento, Catania, Crotone, Palermo, Reggio Calabria, Siracusa, Trapani, è in “fascia B”, quella che i riscaldamenti li tiene accesi per meno tempo in Italia, tranne Linosa, Lampedusa e Porto Empedocle, uniche tre località in fascia A in cui saranno accesi dall’1 dicembre al 6 marzo per tre ore al giorno.

Le altre fasce sono:

ZONA C

Dal 15 novembre al 31 marzo per 10 ore al giorno
(Imperia, Latina, Bari, Benevento, Brindisi, Cagliari, Caserta, Catanzaro, Cosenza, Lecce, Napoli, Oristano, Ragusa, Salerno, Sassari, Taranto)

ZONA D
Dal 1 novembre al 15 aprile per 12 ore al giorno
(Genova, La Spezia, Savona, Forlì, Ancona, Ascoli Piceno, Firenze, Grosseto, Livorno, Lucca, Macerata, Massa Carrara, Pesaro, Pisa, Pistoia, Prato, Roma, Siena, Terni, Viterbo, Avellino, Caltanissetta, Chieti, Foggia, Isernia, Matera, Nuoro, Pescara, Teramo, Vibo Valentia)

ZONA E
Dal 15 ottobre al 15 aprile per 14 ore al giorno
(Alessandria, Aosta, Asti, Bergamo, Biella, Brescia, Como, Cremona, Lecco, Lodi, Milano, Novara, Padova, Pavia, Sondrio, Torino, Varese, Verbania, Vercelli, Bologna, Bolzano, Ferrara, Gorizia, Modena, Parma, Piacenza, Pordenone, Ravenna, Reggio Emilia, Rimini, Rovigo, Treviso, Trieste, Udine, Venezia, Verona, Vicenza, Arezzo, Perugia, Frosinone, Rieti, Campobasso, Enna, L’Aquila, Potenza)

ZONA F
Non ci sono limitazioni di tempo o di orario (Cuneo, Belluno, Trento)

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments